Multimedia arts e Musica

Home/Multimedia arts e Musica
Multimedia arts e Musica 2022-09-13T12:02:00+00:00

Multimedia arts

Nell’ambito delle visual e multimedia arts, l’attività di Martino Nicoletti si è essenzialmente rivolta alla produzione fotografica, di cortometraggi video e di performance. A parte la realizzazione di volumi fotografici e opere multimediali pubblicate con editori commerciali e presentate nella sezione “Scrittura”, parte del lavoro svolto ha preso forma nella creazione di creazione di artist’s books stampati in edizione limitata, nonché nella partecipazione a performance e mostre d’arte personali e collettive in Europa, Asia e USA.

In ambito prettamente visivo, l’attività Nicoletti si contraddistingue per la scelta di un approccio radicalmente “primitivista”, fondato sull’impiego di strumenti e tecniche ultra-vintage (box camera, fotografia stenopeica, pellicola super 8..): al di là degli intrinseci contenuti estetici, questa scelta è stata ispirata dal desiderio consapevole di riportare la produzione di immagini entro la dimensione di un approccio lento e discreto alla realtà.

Questa stessa opzione, fondandosi programmaticamente su una drastica limitazione della possibilità di controllo sull’atto fotografico o sulla ripresa cinematografica e sui suoi stessi risultati, si propone inoltre di indirizzare la produzione di immagini entro il vasto territorio dell’”aleatorio”. Si tratta qui di un aleatorio capace di permettere allo strumento fotografico o alla cinepresa stessa di esprimere senza impedimenti tutta la propria autonoma spontaneità.

Dal dominio della certezza, l’immagine torna così a quello della pura probabilità, con tutti i rischi e le possibilità che possono scaturirne: un radicale primitivismo visivo scelto come via privilegiata per liberare lo sguardo e come occasione propizia per l’emergere di paesaggi interiori.

Libri d’artista

 

Dei libri “opera d’arte”, realizzati in edizione limitata, che costituiscono il precipitato alchemico di esperienze di viaggio e di itinerari interiori.

 

 

tutti gli artist’s book

Cortometraggi e video

 

Con una predilezione particolare per il mezzo visivo del Super 8, delle narrazioni poetiche poste sulla sottile linea che separa il visibile il onirico, il reale il surreale.

Tutti i cortometraggi

Portfolio

Una selezioni di alcuni lavori artistici.

IL PORFOLIO COMPLETO

Mostre e performances

2014

– Water memory. Mostra multimediale, Lassalle College of the Arts, Singapore

 2012

– Chuna wa tok (Calce e fango). Serie di opere di landscape art; Villaggio of Booni; Hindukush Pakistan

– Submerged Landscape. Mostra fotografica; Booni Community Centre; Villaggio di Village – Hindukush Pakistan

– Lo zoo delle donne giraffa. Mostra fotografica; Museo nazionale d’arte orientale “Giuseppe Tucci”, Roma

– The Zoo of the Giraffe Women. Videoinstallazione; Centre for Contemporary Art (CCA), Glasgow

2011

– Beuys e lo sciamano. Serie di installazioni; Museo di Palazzo della Penna; Comune di Perugia – Regione dell’Umbria; Perugia

– Ruins. Installazione; abitazione abbandonata; Lago Trasimeno; Umbria

2010

– Nomadi dell’invisibile. Mostra fotografica e installazione multimediale; Leonessa Museo Civico, Leonessa, Rieti

 2009

– Bangkok: i sogni di un morto. Installazione multimediale; Area Privata Gallery, Perugia

– Submerged Landscapes. Installazione fotografica; foresta di Mae Hong Son (Tailandia)

2008

– Kathmandu. Mostra fotografica; Fahrenheit 451, Roma

 2006

– Warlungma. Performance di danza Butoh; Tempio buddhista di Wat Nyuttitham, Champasak (Laos)

2014

– Show Cabinet. Installazione multimediale; Show Studio, Londra

 2012

– Kathmandu: disiecta membra. Mostra fotografica e scultura sonora; “Stazione di Topolò”, Udine

– The Last Mile. Installazione multimediale ; The Bonnafont Gallery, San Francisco

– I Must not Look You in the Eyes. Videoinstallazione; Sound Thought – The Arches, Glasgow

2011

– The Nine Doors. Video installazione; Sala Santa Rita; Comune di Roma; Roma

– Lo zoo delle donne giraffa. Mostra fotografica e installazione multimediale; “Stazione di Topolò”, Udine

– Le nove porte. Installazione video; Castello Brancaccio, Comune di San Gregorio di Sassola (RM)

2010

– A Shadow in a Wardrobe: Memories. Performance, Silpakorn University, Bangkok

– Taswir: tracce (in collaborazione con Chaturman Rai). Mostra fotografica e installazione multimediale; “Stazione di Topolò”, Udine

– Stenopeica. Installazione fotografica; Silpakorn University, Bangkok

2008

– Leçons de ténèbres. Mostra fotografica personale e installazione multimediale; Fattoria San Giuseppe, Spello

– Mekong Monsoon. Mostra fotografica; “Stazione di Topolò”, Udine

– Visita di cortesia. Installazione; “Casa d’Arte”, Spello

2005

– Disturbare le valanghe. Performance di danza Butoh; Teatro Furio Camillo, Roma

2003

– Cosmogonia. Performance; Palazzo delle Papesse – Centro Arte Contemporanea, Siena

2011

Beuys e lo sciamano: estasi, rito e arte. Mostra multimediale dedicata alla collezione delle Lavagne di Joseph Beuys, ospitate presso il Museo civico di Palazzo della Penna di Perugia. Comune di Perugia – Regione dell’Umbria; Museo Civico Palazzo Penna, Perugia;

Le nove porte: sciamanesimo e arte contemporanea. Mostra multimediale collettiva. Comune di Roma; Sala Santa Rita, Roma;

2010

Nomadi dell’invisibile. Mostra fotografica e installazione multimediale; Leonessa Museo Civico, Leonessa, Rieti;

Taswir: tracce (in collaborazione con Chaturman Rai). Mostra fotografica e installazione multimediale; “Stazione di Topolò”, Udine;

2009

– Chod: il sacrifico di sé. Mostra fotografica e installazione multimediale; Sala Santa Rita; Comune di Roma, Roma;

Musica

Nel campo della produzione musicale, Martino Nicoletti, in collaborazione con il compositore e ingegnere del suono Roberto Passuti, ha nell’ultimo decennio dato vita a due distinte iniziative:

  • L’etichetta e formazione musicale STENOPEICA, dedicata essenzialmente alle produzioni multimediali e alla musica sperimentale contemporanea.
  • La collezione SEEDS OF SOUND IN THE AUTUMN OF POWER, che rappresenta invece una collana dedicata alla musica etnica e alla diffusione di patrimoni musicali connessi soprattutto con l’area Himalayana e l’Asia meridionale. Utilizzando registrazioni effettuate direttamente sul campo da Martino Nicoletti, la collana si propone di far conoscere al grande pubblico tradizioni musicali sacre poco note o, oggigiorno, a forte rischio di estinzione. I CD-book e i CD che compongono la collana, realizzati attraverso un attento lavoro di ricerca preliminare, si contraddistinguono per un elevato livello della loro qualità sonora e per la grande attenzione riservata alla dimensione estetica dei prodotti stessi, spesso accompagnati da una vasta serie di testi introduttivi e da una larga selezione di immagini fotografiche.
UA-106113815-1