JEAN-LUC ACHARD, A KHRID: LE ISTRUZIONI SULLA “A” PRIMORDIALE

Home/Cahiers de pratique Dzogchen, Volumes d'anthropologie et religions/JEAN-LUC ACHARD, A KHRID: LE ISTRUZIONI SULLA “A” PRIMORDIALE
JEAN-LUC ACHARD, A KHRID: LE ISTRUZIONI SULLA “A” PRIMORDIALE 2019-10-16T20:30:07+00:00

Project Description

JEAN-LUC ACHARD, « A KHRID: LE ISTRUZIONI SULLA ‘A’ PRIMORDIALE », VANNES, LE LOUP DES STEPPES, 2019 (EDIZIONE ITALIANA A CURA DI MARTINO NICOLETTI)

En édition italienne la traduction de l’un des cycles les plus anciens des enseignements Dzogchen de la tradition bönpo tibétaine.

“La Natura della Mente non è toccata dal concetto dei Tre Tempi, né dagli ostacoli che appaiono durante la Meditazione. Essa è libera da qualunque dipendenza dalle coscienze sensoriali e dalle sei associazioni delle coscienze. Presente in tutti gli esseri senzienti, dal Buddha primordiale Kuntuzangpo fino al più piccolo degli insetti, risiede naturalmente in noi, nel centro del cuore, all’interno di ciò che è definito come lo Spazio della Base Universale. Nell’esatto centro di questo Spazio, essa risiede come i Tre Corpi: il suo aspetto di vacuità è il Corpo Assoluto, il suo aspetto di discernimento o chiarezza è il Corpo di Perfezione ed il suo aspetto dinamico è il Corpo di Emanazione”.

 

Jean-Luc Achard, A Khrid: le istruzioni sulla “A” primordiale, Vannes, Le loup des steppes, 2019 (edizione italiana a cura di Martino Nicoletti)

ACHETER